Casi di Scam – Truffe Nigeriane

E’ capitato che qualche nostro inserzionista sia stato contattato da un utente sconosciuto che in un italiano approssimativo (probabilmente originato da qualche traduttore automatico) oppure direttamente in inglese si offre di acquistare gli oggetti in vendita, proponendo di effettuare il pagamento tramite assegno bancario o circolare.

Una volta avviata la trattativa e richiesti i dati del venditore, l’assegno viene spedito per posta ordinaria. Ad un occhio inesperto, l’assegno potrebbe sembrare autentico, completo di filigrana e bollo (a volte lo è, ma è legato ad un conto aperto e chiuso ad hoc per la truffa e soprattutto è scoperto, oppure è proveniente da un libretto rubato), ma il suo ammontare è superiore alla somma che il commerciante ha richiesto.
L’acquirente a questo punto, con argomentazioni piuttosto convincenti, spiega al venditore il motivo dell’importo più elevato e chiede al commerciante di depositare l’assegno e inviargli la differenza utilizzando un servizio di trasferimento del denaro “person-to-person” (come ad esempio Western Union) invece che tramite il sistema bancario.

Dato che l’assegno è stato emesso da una banca estera, generalmente la banca locale non rende disponibile l’importo dell’assegno prima che questo venga pagato (operazione che potrebbe richiedere fino a 28 giorni). L’ignaro venditore, invece, potrebbe decidere di non attendere che l’assegno venga saldato dalla banca straniera ed inviare comunque la differenza all’acquirente.
Il venditore non sospetta assolutamente che l’assegno sia contraffatto o scoperto, e quindi senza alcun valore, con la conseguenza che viene truffato per l’ammontare della somma inviata al falso acquirente. Inoltre, potrebbero essergli reclamati gli oneri per il mancato incasso dell’assegno scoperto o falso da parte della banca locale e/o estera. Naturalmente, tutto ciò non potrebbe accadere se il venditore aspettasse la copertura dell’assegno.
Potrebbe non essere facile distinguere un assegno contraffatto da uno autentico: in effetti, alcuni sono così ben falsificati da ingannare perfino gli impiegati di banca. Inoltre, è praticamente impossibile sapere se un assegno versato in banca è coperto prima che la procedura di incasso termini con un eventuale rifiuto.

Se quindi ti capitasse di ricevere una proposta d’acquisto con queste modalità, non esitare a contattarci sollevando le tue perplessità.
Compila il form che trovi alla pagina https://www.mercatinomusicale.com/info/segnala.asp indicando il contenuto della mail che hai ricevuto e l’indirizzo del mittente.


Attenzione: Queste linee guida sono da intendersi come consigli che hanno lo scopo di limitare i casi di truffa. MercatinoMusicale.com non assume alcuna responsabilità in merito all’attuazione o mancata attuazione delle pratiche sopra riportate.


  • totale utenti registrati:959.195
  • annunci inseriti dall'inizio:5.934.627
  • annunci online:464.200
  • totale risposte agli annunci:18.944.483
"Mercatino Musicale" è un marchio registrato presso l'U.I.B.M. - Copyright ©2002-2018 Bit Juice s.r.l. - P.IVA 03623610163 - Tutti i diritti sono riservati.